Bagheria

Sportello Unico Attività Produttive (SUAP)

Il DPR 7 settembre 2010 n.160 individua lo Sportello Unico alle attività Produttive (SUAP) quale unico punto di accesso territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi quelli di cui al decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59, che ha recepito la Direttiva Servizi.
Stabilisce che le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni concernenti le attività e i relativi elaborati tecnici e allegati sono presentati, esclusivamente in modalità telematica, al SUAP del comune competente per il territorio ed è il SUAP che provvede all'inoltro telematico della documentazione alle altre amministrazioni che intervengono nel procedimento, le quali adottano modalità telematiche di ricevimento e di trasmissione.
Il SUAP assicura al richiedente una risposta telematica unica e tempestiva.
Nei casi in cui le attività sono soggette alla disciplina della segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), stabilisce che la segnalazione è presentata al SUAP che verifica, con modalità informatica, la completezza formale della segnalazione e dei relativi allegati. In caso di verifica positiva, il sistema informatico rilascia automaticamente la ricevuta e il richiedente può avviare immediatamente l'attività;

L'adeguamento del SUAP ai nuovi requisiti previsti dal DPR 160/2010 ha inciso in modo sostanziale sull'organizzazione complessiva del Comune. In particolare i principali requisiti previsti dalla norma a cui deve uniformarsi l'organizzazione comunale (pena la perdita da parte del Comune della funzione) sono i seguenti:

    - Il SUAP è l'unico punto di contatto con l'interessato e con gli altri Enti ed uffici coinvolti intutte le fasi dei procedimenti inerenti l'attività di impresa, in qualsiasi settore sia essaoperante (agricoltura, industria, artigianato, commercio, servizi);
    - Tutti i contatti tra SUAP e richiedente devono essere esclusivamente telematici;Il SUAP deve coordinare le fasi endo-procedimentali di competenza dei vari uffici e Entiesterni nell'ambito di procedimenti unici;
    - Tutti i contatti tra SUAP e altri uffici e PA devono essere altrettanto telematici (con PAesterne tramite PEC);
    - Deve essere garantita la connessione telematica dei dati della cd. "comunica" chel'impresa presenta presso il Registro Imprese della CCIAA ed il SUAP; Devono essere garantiti i tempi di conclusione dei procedimenti previsti dal regolamentoper i procedimenti unici che prevedono rilascio di autorizzazioni;
    - Deve essere assicurata all'interessato la possibilità di pagare telematicamente tutti glioneri derivanti dai procedimenti unici (di competenza di tutti gli Enti ed uffici coinvolti). 

Con il D.P.R. 160/2010 il Suap diventa interlocutore unico per l'utente e quindi molti passaggi procedimentali che prima erano in capo a diversi servizi comunali ed Enti esterni devono necessariamente essere ricondotti per legge al SUAP, che gestisce per tutti i procedimenti in modo unitario le seguenti fasi:
- Ricezione istanze telematiche;
- Ricevute telematiche di presentazione;
- Avvio di procedimento;
- Richieste integrazioni;
- Notifiche provvedimenti di sospensione o di divieto prosecuzione attività;
- Convocazione e gestione conferenze di servizio;
- Richieste pagamento istruttorie;
- Rilascio autorizzazioni o notifiche dinieghi e motivi ostativi.

Inoltre, il SUAP è un soggetto attivo del marketing territoriale poiché fornisce supporto informativo alle imprese presenti ed operanti sul territorio, agli aspiranti imprenditori, alle imprese che dall'esterno intendono operare nell'area.La finalità di questa peculiare funzione è la promozione dello sviluppo delle attività economiche e della capacità attrattiva di investimenti dell'area.

 


 

  • stampa
  • pdf